Parliamo un pò…di pazienza

Ξ luglio 17th, 2019 | → 0 Comments | ∇ Parliamo un pò... |

È una dote veramente meritevole, ci fa sentire e apprezzare ogni cosa e ci aiuta a saper assaggiare l’attesa.
Io ho pazienza ma non perché sono un illuminato, ma perché ho imparato in Ospedale, “ERO UN PAZIENTE” poi … vediamo, ah, sì, non cammino da tanto, e tanto quindi qualcosa la so, quando non trovo scivoli “E, per andare in Ancona da dove vivo a Grottammare, passo per Perugia, Roma, Zi Milla, Firenze, Fra Stidio, 38ii. Verona, Cattolica, Ancona.
Free Writer e Giank vento non mi hai detto, dove vivete o non ricordo altrimenti una capatina la facevo, Anais scusa ma la Sicilia era troppo lontana, ma al prossimo scivolo, non mi sfuggi.
Impari il gusto dell’attesa, quello però è sempre stato un mio cruccio, voglio fare le cose subito e bene perché chi ha tempo non perda tempo.
(Poi arriva la donna, ti fa spendere e manco te la da e lì dopo tanta pazienza, quando torni a casa, vai in paranoia e ti leghi con un cappio il ferro da stiro alle … deve continuare o almeno un sospetto c’è?)
Spesso mi va bene, ma ringrazio Dio di farmi capire che dev0 aspettare comprendi che c’è un tempo per … e un tempo per (C’è un tempo per andare in bagno … cioè bianco e uno per il due di picche).
Per me, comunque, la pazienza e cammino lento della tenacia.

 

Leave a reply


  • Archivi