Greenpeace

Ξ maggio 6th, 2017 | → 0 Comments | ∇ Notizie |

Gli zoo non salveranno i caribù dall’estinzione

Aggiungi commento

Uno degli animali più emblematici del Canada e della Grande Foresta del Nord è il caribù, più comunemente detto renna: un animale meraviglioso che però rischia l’estinzione. Le soluzioni proposte per salvarlo, sono inaccettabili.

La Grande Foresta del Nord, nota anche come Foresta Boreale, è la corona verde del nostro Pianeta: si estende per 16 milioni di chilometri quadrati –circa il doppio della Foresta Amazzonica – dall’Alaska alla Russia, passando per il Canada e la Scandinavia. Rappresenta oltre un quarto delle foreste rimaste sulla Terra ed è il secondo più grande ecosistema terrestre del mondo, dopo le foreste tropicali.

La Grande Foresta del Nord, che occupa più della metà del territorio canadese, è la casa di molte popolazioni indigene (Prime Nazioni). Ospita più di 20 mila tra specie animali e vegetali, svolgendo anche un ruolo fondamentale nel mitigare i cambiamenti climatici. Nonostante ciò, attualmente solo l’8 per cento della superficie forestale del Canada è tutelata e molte aree della Foresta Boreale canadese sono minacciate dalla deforestazione.

 

Uno degli animali più emblematici del Canada e della Grande Foresta del Nord è il caribù, più comunemente detto renna: un animale meraviglioso che però rischia l’estinzione.

Il Canada, purtroppo, non è ancora riuscito a pensare a soluzioni efficaci per affrontare la grave diminuzione delle mandrie di caribù, anzi: propone soluzioni inaccettabili.

Nella Columbia Britannica, il governo federale sta incoraggiando l’uccisione dei lupi, predatori dei caribù delle Southern Mountain, ma fondamentali per la conservazione dell’ecosistema boreale. Il governo del Quebec, da parte sua, ha intenzione di trasportare una mandria di rari caribù selvatici della Val-d’Or in uno zoo. La gestione dei Caribù della Val D’or è particolarmente problematica e inaccettabile: la decisione di rinchiudere degli animali selvatici in uno zoo, a 400 chilometri dal loro habitat naturale per evitarne l’estinzione, costituisce un pericoloso precedente che temiamo possa essere applicato ad altre specie in pericolo.

In entrambi i casi, le autorità locali si stanno occupando dei sintomi piuttosto che della causa: il principale motivo dell’estinzione dei caribù è la perdita del suo habitat naturale, dovuta ad una gestione forestale inefficiente.

I governi delle Province e dei Territori del Canada sono legalmente obbligati a proteggere le specie in pericolo di estinzione, come il caribù, in base a quanto stabilito dalla norma federale, lo Species at Risk Act (SARA). In Quebec, inoltre, vige il “Piano di recupero dei caribù”, che però non può certo essere applicato inviando gli animali selvatici in uno zoo senza prendersi cura del loro habitat. Evidentemente, proteggere le foreste è difficile quando gli interessi economici del settore del legno e della carta vengono messi in discussione. FIRMA LA PETIZIONE

Per salvare i caribù e il loro habitat, è necessario che il governo federale, provinciali e territoriali del Canada applichino correttamente il SARA e lo integrino sia con studi scientifici che con la conoscenza tradizionale della Prime Nazioni.

Uccidere i lupi non salverà i caribù. E nemmeno rinchiuderli in uno zoo. Questi animali meritano di meglio. La Grande Foresta del Nord merita di meglio. Le generazioni future meritano di meglio.

 

Leave a reply


  • Archivi