Il poco avere…

Ξ febbraio 21st, 2015 | → 0 Comments | ∇ Pensieri |

Grazie al pensiero di Tiziano Terzani ho avuto modo di soffermarmi a riflettere su quanto sia inutile, avere.

La nostra vita oggi si sofferma su quello, lavoriamo per guadagnare per avere e poi non ci basta ne vogliamo ancora, la nostra vita è un continuo inseguire, e cosa poi?

Tutti arriviamo alla morte ma il ricco e non soltanto ha paura di chi è povero soltanto perché teme di lasciare, non tanto le persone che sa che fanno la sua fina, ma l’auto nuova, la casa, il televisore dove passa molto tempo non pensando magari che ha figli che vogliono trascorree tempo con lui.

E’ fondamentale la crescita di un paese o è meglio prima la nostra di crescita?

Se facciamo un lavoro che ci offre tanti soldi, è importante se dopo non ci fa essere felici e quindi non ci fa stare bene con gli altri?

Credo che l’unica cosa che ci può fare crescere sia vivere con poco.

Alla nascita abbiamo tutto ciò che serve e alla morte ciò che non serve.

Crediamo di sapere tutto ma la verità è che sappiamo tutto di niente mettendo da parte ciò che serve sapere perché per noi è futile o stupido.

Se usiamo soltanto il 15% del cervello (lo fanno soltanto i veri geni) siamo davvero creature intelligenti.

Per me l’80-85% del cervello è istinto, quella parte di noi è amore e consapevolezza la tecnologia è importante ma si ferma al primitivo e ci rende schiavi perché siamo deboli.

L’unica conclusione è il nostro inizio, AMARE!

Per quello stiamo al mondo e non per comprare!

 

  • Archivi