Come una montagna…

Ξ settembre 26th, 2013 | → 0 Comments | ∇ Le mie poesie |

Come una montagna

guarda immobile il mondo,

così io ti osservo.

Lei nella grandezza,

io nella piccolezza,

entrambi viviamo.

Vorrei la pietra in me

a volte ma la mia

indole gli vive lontano

perché chi esiste fuori

dall’istinto, è chi nella

ragione si è perso.

Smarrito su se stesso,

gira e rigira come

un mulinello di vento

che non trova riposo.

Sono qui che ti guardo e

aspetto che i tuoi occhi m’incontrino.

Vale la pena aspettare

come vale la pena vivere.

 

Una notte a guardarti…

Ξ settembre 24th, 2013 | → 0 Comments | ∇ Le mie poesie |

Sono entrato nella tua stanza

invisibile hai tuoi occhi.

Eri distesa sul letto,

dormivi, intenta a

catturare l’aria per respirare.

Mi sono accostato

per sentirti vivere,

ho accarezzato il tuo naso

come fosse un promontorio di velluto,

unendo la delicatezza del mio tocco

al desiderio di custodirti nel mio cuore.

Osservavo i tuoi occhi chiusi e

vedevo dei bagliori velati.

Guardavo le tue labbra e

scrutavo la tua passione sopita.

Sei come un cuore che ha

arrestato il suo battito

immerso in un’apnea di sogno e tenerezza.

Ho visto poi che ti giravi

senza destare il tuo riposo.

Ti ho visto danzare con Morfeo.

Ti ho visto cullata dalla

tua aurea di pensieri calmi.

Sono rimasto a guardarti

perché sapevo che lasciando

i miei occhi su di te,

quella notte non avrebbe avuto mai fine.

 

I giorni…

Ξ settembre 21st, 2013 | → 0 Comments | ∇ Le mie poesie |

I giorni in cui mi sei lontana,

sono quelli in cui quel

cielo che osserva i miei occhi,

è tinto di nervoso e acciaio.

Sono quei giorni in cui

sento la mia anima priva di colori.

Sono quei giorni in cui sento

la mia barca vittima

di onde frustate dal vento.

E’ in quella tempesta

che la brezza violenta ode

la tua voce e si placa

come la mole di un gigante

stanco che incontra il giogo di Morfeo.

 

Quante volte…

Ξ settembre 21st, 2013 | → 4 commenti | ∇ Le mie poesie |

Quante volte ho pensato

di spegnermi sentendomi sbagliato.

Quante volte ho pensato

di spegnermi sentendomi di troppo.

Quante volte ho pensato

di spegnermi sentendomi lontano

da una realtà che cerca un mio lato

invisibile trattandomi da invisibile.

Quante volte ho pensato

ai mille volti dell’amore.

Per lui vale sempre la pena vivere

perché lui conserva sempre

un posto importante per te, nel suo cuore.

 

Respirare senza…

Ξ settembre 21st, 2013 | → 0 Comments | ∇ Le mie poesie |

La notte mi avvolge,

i miei occhi svegli tengono

lontana la luce prima del sonno.

Ho bagnato i miei pensieri

con i versi di un libro.

Ora c’è vuoto nella mia testa,

ogni riflessione è ferma e

non trovo una strada

liscia, dove camminare.

Provo a chiudere gli occhi,

la mia mente non vede niente.

Resto sveglio in un’indole opaca.

Spreco questi minuti contando il nulla.

Richiudo gli occhi e

mi allontano da qui

perché ciò che voglio

adesso è respirare senza polmoni.

 

  • Archivi