Ridi amore mio

Ξ ottobre 26th, 2011 | → 0 Comments | ∇ Le mie poesie |

Ridi amore mio …

mi piace sentirti ridere.

È una tempesta di

diamanti in un cielo

di polvere d’oro.

Ridi amore … mio perché

ti fa stare meglio.

La risata è figlia

dell’amore e

non c’è forza più grande.

Ridi amore …

mio perché quell’impronta

di candore sulle labbra

ti trasporta alla guarigione.

Ridi amore mio …

questo voglio da te,

il tuo sorriso,

voglio gioire con te.

Ridi amore mio perché …

TI AMO!

 

Non riesco…

Ξ ottobre 24th, 2011 | → 0 Comments | ∇ Le mie poesie |

Non riesco a

guardare che i tuoi occhi,

i pensieri riversano

nella mente il ricordo

che ho di te,

mi manchi, ti sento distante.

Non sono i chilometri

che ci dividono

ma il tuo riflettere

di me che vedo bianco.

Domani spererò di vederti,

voglio immaginare il tuo sorriso.

Voglio ancora sognarti

perché quando lo faccio, sorrido.

 

Perché ti amo…

Ξ ottobre 24th, 2011 | → 0 Comments | ∇ Le mie poesie |

Perché ti amo …

no non dovrebbe

essere un problema ma

lo vedi così quando sei solo.

Sono schiocco,

un adolescente ma l’amore

è il meglio di ognuno di noi,

è una cosa che ti rende

vivo e pensi che al mondo

non sei solo ma siete in due.

Diventi così.

Credo ancora in un sentimento

che riesca ad elevarmi.

Credo ancora che siamo io e te,

il resto è solo occhi senza vita.

 

Non vorrei pensare a te…

Ξ ottobre 24th, 2011 | → 0 Comments | ∇ Le mie poesie |

Non vorrei pensare a te

ma la testa è ferma

sul tuo cuore,

i tuoi occhi,

le tue labbra,

la tua pelle.

Non vorrei trattenere

le mie riflessioni

su chi non sa vedermi

ma non riesco a non farlo.

Sei sicura che un giorno

non rimpiangerai

il vento che ti ha amato.

Un giorno che vedrai?

Solo parole mai nate?

Ora che vedi?

Parole il cui cuore batte.

Parole in cui l’anima vive.

 

 

La notte è silenziosa…

Ξ ottobre 19th, 2011 | → 2 commenti | ∇ Le mie poesie |

La notte è silenziosa,

nella mia stanza

si odono soltanto

le urla mute delle lampadine.

E’ una luce dal sorriso spento.

In me c’è solo

il pensiero delle parole che scrivo

che camminano su un foglio

dal bagliore fermo.

Mi guardo intorno e

vedo ombre,

ho voglia di addormentarmi.

Ho voglia di un altro risveglio.

 

Tenera visione di un amore che non esiste…

Ξ ottobre 10th, 2011 | → 0 Comments | ∇ Le mie poesie |

E’ strano questo

giorno che sei con me.

Ti ho davanti e ti accarezzo

mi godo questo momento

presente, ti abbraccio e bacio

teneramente ogni curva

del tuo viso tenendo

però distanti le tue labbra.

Sentirti vicino a me,

fa viaggiare attraverso

un cielo fatto di nuvole,

dove dentro camminano i miei sogni.

Le mie mani hanno incontrato

la tua camicetta aperta e

sono entrate in quella

camera di tessuto.

La tolgo facendola scendere

sulla tua pelle

come un lenzuolo di seta

che liscia la tua carne.

Il tuo petto è nudo davanti a me

ma non hai vergogna,

mi sorridi e le mie mani

fanno l’amore con la tua pelle,

lisciando con tenerezza

quelle piccole colline ancora sode.

Ho voglia di baciarti e

unire la mia bocca

alla tua ma la tengo

distante da me.

Ti guardo e il mio amore

viaggia nella tua anima.

Qualche attimo dopo scompari

lasciandomi una goccia

di amarezza ma è una cosa che sapevo.

Quello che ho davanti

era amore … era immaginazione.

Tu non sei con me.

Tu non esisti.

Vivo con le mie visioni

ma so che presto

esisterai nella mia realtà.

 

E’ vita!…

Ξ ottobre 1st, 2011 | → 1 Comments | ∇ Le mie poesie |

Oggi parliamo di morte, amico mio …

non ti va e perché?

Non aver paura,

o rigurgito d’anima

non è per me

argomento nefasto.

Sai, è un po’ che ci penso e

ciò che mi avvicina alla vita

è rendermi conto che

sarò niente e tutto.

No, non pensare che scompaia

perché sarà lì

il mio abbraccio con la libertà.

Hai paura di quello che lasci?

Pensaci che abbandoni

ma pensaci bene e

poi dimmelo.

Guardo l’Universo, e

mi accorgo che siamo polvere.

Quello voglio essere

quando comincerà il mio viaggio.

Un corpo consumato

da una fiamma e

sparso nel mare.

La mia leggerezza

sarà nel vento e

ciò che mi ha legato

alla terra vorrei

che andasse nel mare.

Acqua e vento le forze

più grandi del nostro mondo.

Non voglio aver vissuto

nella materia per essere poi, chiuso.

Voglio essere libero

almeno quando chiudo

gli occhi perché da aperti

vivevano legati nella mia realtà,

quella di essere morto.

Ecco che non voglio essere! …

Perché lo sono stato per troppo tempo.

Sarò finalmente vivo.

 

  • Archivi