Capita…

Ξ gennaio 31st, 2011 | → 0 Comments | ∇ Le mie poesie |

alba7

Capita quel momento

in cui ho voglia di fare …

quando ogni attimo

diventa una luce.

Mi sento come una nave

in balia delle onde

che dopo tanto vagare

finalmente scorge all’orizzonte

la sagoma di una terra amica.

Sono contento,

perché il buio dell’incertezza

diventa splendore e

ogni niente … tutto.

Quei giorni diventano

un nuovo sorriso e

capisco che:

ciò che mi è stato donato

è molto più di quanto

avessi mai voluto.

Mi giro e vedo un cielo che mi sorride,

guardo avanti e la volta celeste

ha il volto di una persona che mi aspetta.

Attende solo un mio cenno e

una nuova alba che nasce dai miei occhi.

 

Trascorrere i giorni…

Ξ gennaio 28th, 2011 | → 0 Comments | ∇ Le mie poesie |

cielo9

Trascorrere i giorni

nella speranza di qualcosa

mentre sai che il bacio

della fortuna aiuta solo gli audaci e

soltanto chi ha il coraggio

di affrontare l’incertezza

è certo di vivere.

I più saggi restano aggrappati

a dei sogni ma solo

chi ha il coraggio di esistere

sa viaggiare nelle

sue immaginazioni oniriche.

Solo se hai la temerarietà di cambiarti,

le tue visioni nascono davvero.

Per quanto grandi essi siano,

il tuo cuore lo sarà sempre di più …

perché solo in un cielo

senza nuvole si vede il Sole.

 

Guardo il cielo…

Ξ gennaio 26th, 2011 | → 0 Comments | ∇ Le mie poesie |

cielo2

Guardo il cielo dalla mia stanza e

vedo un mantello

di nuvole nel cielo come

il manto maculato di un leopardo.

La tinta della volta celeste

si sta facendo scura

sembra il mare che cambia

colore a mano a  mano che

ci si allontana dalla spiaggia.

Penso ai momenti di vuoto

che oggi hanno riempito

i miei pensieri.

Che strano, quegli attimi

non dovrebbero esistere

perché la vita è così breve.

Bisognerebbe solo esistere e riempire

quei bui della mente di ricordi.

Non importa se buoni o cattivi,

si è vero, meglio buoni

ma comunque sia

in entrambi i casi,

l’importante è vivere e

assaggiare ogni attimo.

Serve solo una cosa nella vita …

ARRIVARE ALLA MORTE VIVI!

 

Spesso mi sento…

Ξ gennaio 17th, 2011 | → 0 Comments | ∇ Le mie poesie |

strada

Spesso mi sento solo e

penso a tutte quelle

volte in cui sono fuggito

da me stesso e da una

tenaglia chiamate verità.

Sapevo cosa avrei dovuto

fare ma preferivo non sapere e

non incontrare il mio volto.

Cercavo senza voler trovare …

ero come un mare senza acqua.

Spoglio di un’anima

che trova se stessa

in quelle cose cui non

do valore, ma celano un tesoro.

Continuo a camminare

in quell’incertezza senza senso

che si bagna di piacere effimero

senza muovere i miei passi.

Continuo però a vivere

nella convinzione

che ogni corsa comincia

da delle gambe ferme.

 

Ti amo…

Ξ gennaio 12th, 2011 | → 0 Comments | ∇ Le mie poesie |

libro_della_vita1

Ti amo così, tanto …

Amo come riesci

ancora a sorprendermi,

sei la tempesta perfetta

che attraversa il mio cuore,

sei una sorpresa inaspettata.

Ogni volta che mi sento

una porta chiusa,

tu arrivi come un

messaggero che

mi porta buone notizie.

Sei come una pioggia

che irrora un campo

dalla gola secca.

Penso a quante volte

un muro dal colore opaco

mi fermava, ma tu eri

il piccone che appariva

nella mia mente.

Volevi che facessi crollare

quei mattoni e costruire

una nuova casa dove

vivere insieme.

Poi rifletto su quei momenti

in cui pensavo di perdere

ma nessuno è sconfitto

se non prova ad

affrontare chi vuole vincerlo.

E poi si può anche perdere

ma se combatti, vinci sempre,

anche se subisci una disfatta.

Questo me lo hai insegnato tu.

Tu mi sei stata sempre

vicino anche quando il crepuscolo

scendeva nella mia anima.

Anche quando il mio cuore

andava in frantumi tu,

eri lì per rincollare i pezzi e

dirmi che non valeva la pena

abbandonarmi allo sconforto.

Ho imparare che a volte

perseverare è la strada

giusta per ottenere.

Mi hai insegnato che il silenzio

è di chi non ha voce e

crede che sia il modo più

giusto per affrontare le cose.

Ma entrambi sappiamo

che non è questo il modo.

Solo chi non ha parole

crede del silenzio.

Magari a volte un’assenza

di rumore che nasce dalla

bocca aiuta ma solo a metà.

Mi hai istruito al bene perché

solo con lui si conosce la libertà.

Spesso però ti volto le spalle

e mi perdo nel labirinto dei dubbi.

Molte volte sei la lanterna

che illumina la mia strada quando si fa buio.

Tu mi dai tanto ma ti dono poco di me.

Il mio cuore spesso smette

di battere davanti al tuo respiro

ed è strano che faccia così

perché sei tu il mio ultimo battito.

Quando affronto il niente,

diventi il mio tutto.

Solo perdendoti capisco

poi il tuo valore.

Non c’è niente che sia

più grande di te

oltre a chi ti ha creato,

spesso, però è come

se pensassi il contrario.

E vivo come un cieco

che campa di una luce

che non vuole avere.

Ma quale luce splende

se non ha almeno una scintilla.

Ti tratto come un fuoco fatuo.

Ma …

Sei il mio tutto.

Sei bellissima.

Sei splendida come sei.

Sei la mia vita.

Ti amo e lo farò sempre …

 

Oggi…

Ξ gennaio 7th, 2011 | → 0 Comments | ∇ Le mie poesie |

cascata9

Oggi è cominciato

un nuovo giorno.

Mi sento strano,

come se non avessi sapore.

Come se ciò che ho

intorno fosse opaco.

Mi chiedo perché

ma non trovo risposta.

Non ho voglia di guardare

ciò che osservo né

di sentire ciò che odo.

Sono stanco di essere solo

un qualcuno che cerca qualcosa

che già ha, ma non riesce a vedere.

Chissà quando abbandonerò

la mia cecità fatta di

una realtà che mi scruta,

ma spesso non incontro.

Il mio stato d’animo

cerca quello che so di aver

trovato senza impegnarmi nella ricerca.

Ma che mi è preso?

Mi svendo quando

devo preoccuparmi di vivere.

Devo darmi una scossa

solo così mi accorgerò

che quello che ho nel cuore

altri non è che

adrenalina assopita.

 

Quanti sbagli…

Ξ gennaio 5th, 2011 | → 0 Comments | ∇ Le mie poesie |

albero7

Quanti sbagli ho fatto nei miei anni …

Affrontare le mie

indecisioni con la resa.

Lasciare che il giorno

che ho davanti non incontri la luce.

I miei sbagli hanno

un sapore senza gusto.

Ricordo tutte quelle

volte che mi sono ricordato di te,

ma era troppo tardi.

E’ vero, facciamo errori

ma pochi lo capiscono.

E ora eccomi qui a pensare

a ciò che avrei dovuto

fare e a ciò che ho fatto.

I fallimenti nella vita

servono a farci comprendere

ciò che era meglio fare.

Non serve pensare troppo

al passato perché un momento

bello che incontri fa dimenticare

le lacrime dei giorni venuti.

I sorrisi di un cammino

che mai deve finire in

una notte che mai deve cominciare.

 

Pagina successiva »
  • Archivi