La Parola di Dio… oggi

Ξ febbraio 28th, 2010 | → 0 Comments | ∇ Le mie poesie |

gesu153

SECONDA LETTURA (Fil 3,17- 4,1)
Cristo ci trasfigurerà nel suo corpo glorioso.
Dalla lettera di san Paolo apostolo ai Filippesi
Fatevi miei imitatori, fratelli, e guardate a quelli che si comportano secondo l’esempio che avete in noi. Perché molti, ve l’ho già detto più volte e ora con le lacrime agli occhi ve lo ripeto, si comportano da nemici della croce di Cristo: la perdizione però sarà la loro fine, perché essi, che hanno come dio il loro ventre, si vantano di ciò di cui dovrebbero vergognarsi, tutti intenti alle cose della terra.
La nostra patria invece è nei cieli e di là aspettiamo come salvatore il Signore Gesù Cristo, il quale trasfigurerà il nostro misero corpo per conformarlo al suo corpo glorioso, in virtù del potere che ha di sottomettere a sé tutte le cose.
Perciò, fratelli miei carissimi e tanto desiderati, mia gioia e mia corona, rimanete saldi nel Signore così come avete imparato, carissimi!

Parola di Dio.

Succede anche a me di vantarmi per cose cui a volte dovrei vergognarmi. Vantarmi del mio essere pieno di me. Un po’ di umiltà non mi farebbe male. L’umiltà come sorgente di vita quando nella vita ho bisogno di dissetarmi.

 

La Parola di Dio… oggi

Ξ febbraio 27th, 2010 | → 0 Comments | ∇ Le mie poesie |

gesu152

PRIMA LETTURA (Dt 26,16-19)
Sarai un popolo consacrato al Signore tuo Dio.
Dal libro del Deuteronomio
Mosè parlò al popolo, e disse: “Oggi il Signore tuo Dio ti comanda di mettere in pratica queste leggi e queste norme; osservale dunque, mettile in pratica, con tutto il cuore, con tutta l’anima.
Tu hai sentito oggi il Signore dichiarare che egli sarà il tuo Dio, ma solo se tu camminerai per le sue vie e osserverai le sue leggi, i suoi comandi, le sue norme e obbedirai alla sua voce.
Il Signore ti ha fatto oggi dichiarare che tu sarai per lui un popolo particolare, come egli ti ha detto, ma solo se osserverai tutti i suoi comandi; egli, quanto a gloria, rinomanza e splendore, ti porrà sopra tutte le nazioni che ha fatte e tu sarai un popolo consacrato al Signore tuo Dio come egli ha promesso”.

Parola di Dio.

Ogni promessa è debito. Dio non racconta balle. Se faccio il bravo, mi darà la possibilità di vederlo, anche se Lui c’è sempre solo che sono cieco e non vedo. Troppo spesso dimentico che Lui vuole solo che io capisca che nella vita bisogna dare per far nascere l’amore. Pretendo di sapere come si ama senza sacrificare un po’ me stesso. L’amore non viene da te se tu non fai niente per incontrarlo. “Ama e fa ciò che vuoi” S. Agostino

 

La Parola di Dio… oggi

Ξ febbraio 26th, 2010 | → 0 Comments | ∇ Le mie poesie |

gesu151

VANGELO (Mt 5,20-26)
Va’ a riconciliarti con il tuo fratello.
+ Dal Vangelo secondo Matteo
In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: “Se la vostra giustizia non supererà quella degli scribi e dei farisei, non entrerete nel regno dei cieli.
Avete inteso che fu detto agli antichi: Non uccidere; chi avrà ucciso sarà sottoposto a giudizio. Ma io vi dico: chiunque si adira con il proprio fratello, sarà sottoposto a giudizio. Chi poi dice al fratello: stupido, sarà sottoposto al sinedrio; e chi gli dice: pazzo, sarà sottoposto al fuoco della Geenna.
Se dunque presenti la tua offerta sull’altare e lì ti ricordi che tuo fratello ha qualche cosa contro di te, lascia lì il tuo dono davanti all’altare e va’ prima a riconciliarti con il tuo fratello e poi torna ad offrire il tuo dono.
Mettiti presto d’accordo con il tuo avversario mentre sei per via con lui, perché l’avversario non ti consegni al giudice e il giudice alla guardia e tu venga gettato in prigione. In verità ti dico: non uscirai di là finché tu non abbia pagato fino all’ultimo spicciolo!”.

Parola del Signore.

In comunione fra di noi, solo così possiamo vivere bene. Non possiamo vivere pensando solo a noi. Non siamo solo noi che abitiamo questo mondo. Non siamo solo noi che esistiamo. Non siamo solo noi che assaggiamo questo cielo.

 

La Parola di Dio… oggi

Ξ febbraio 25th, 2010 | → 0 Comments | ∇ Le mie poesie |

gesu150

PRIMA LETTURA (Est 4,1.3-5.12-14)
Non ho altro aiuto fuori di te, Signore.
Dal libro di Ester
In quei giorni la regina Ester, presa da angoscia mortale per il pericolo che incombeva su di lei e il suo popolo, cercò rifugio presso il Signore.
Ella si mise a supplicare Dio, dicendo: “Mio Signore, nostro Re, tu sei l’unico! Vieni in aiuto a me che sono sola e non ho altro soccorso fuori di te, mentre sono sul punto di espormi al pericolo.
Fin dalla mia infanzia, mio padre mi raccontava che tu, Signore, scegliesti Israele fra tutte le nazioni e i nostri padri fra tutti i loro antenati, per farne la tua perenne eredità; e facesti a loro riguardo quanto avevi promesso. Ora noi abbiamo peccato contro di te; per questo ci hai consegnati nella mani dei nostri nemici, perché abbiamo dato gloria ai loro dei. Tu sei giusto, Signore!
Ricordati di noi, Signore; fatti conoscere nel tempo della nostra afflizione, e infondi a me coraggio, Signore che sei al di sopra di tutti gli dei e domini ogni autorità.
Metti sulla mia bocca una parola ben misurata di fronte al leone [il re Assuero], e volgi il suo cuore all’odio contro il nostro nemico, affinché perisca lui e i suoi complici.
Quanto a noi, salvaci con la tua mano e soccorri me, che sono sola e non ho altro aiuto fuori di te, Signore che tutto conosci”.

Parola di Dio.

Quando le cose vanno come noi, vorremmo, siamo noi quelli bravi, ma se le cose vanno male o abbiamo difficoltà, chiediamo a Dio, quello stesso Dio magari prima, dicevamo che non esisteva. E’ sempre così. E’ la mia storia. Ipocrita! Ho i sensi chiusi e l’anima ingabbiata da questo cercare sempre qualcosa di effimero che so già che finirà prima di iniziare.

 

La Parola di Dio… oggi

Ξ febbraio 24th, 2010 | → 0 Comments | ∇ Le mie poesie |

gesu149

VANGELO (Lc 11,29-32)
A questa generazione non sarà dato che il segno di Giona.
+ Dal Vangelo secondo Luca
In quel tempo, mentre le folle si accalcavano, Gesù cominciò a dire: “Questa generazione è una generazione malvagia; essa cerca un segno, ma non le sarà dato nessun segno fuorché il segno di Giona. Poiché come Giona fu un segno per quelli di Ninive, così anche il Figlio dell’uomo lo sarà per questa generazione.
La regina del sud sorgerà nel giudizio insieme con gli uomini di questa generazione e li condannerà; perché essa venne dalle estremità della terra per ascoltare la sapienza di Salomone. Ed ecco, ben più di Salomone c’è qui.
Quelli di Ninive sorgeranno nel giudizio insieme con questa generazione e la condanneranno; perché essi alla predicazione di Giona si convertirono. Ed ecco, ben più di Giona c’è qui”.

Parola del Signore.

C’è più della Sapienza di un uomo in Te. C’è più di tutti i libri del mondo in Te. In Te c’è ogni cuore. In Te c’è ogni testa. In te c’è tutta la luce. In Te c’è l’anima di una persona che finalmente ha cominciato a vedere.

 

Guardando una nuvola…

Ξ febbraio 23rd, 2010 | → 0 Comments | ∇ Le mie poesie |

montagna7

Guardarti ferma nel cielo,

come un ciocca di sapone

con cui il tempo lava

la faccia al mondo.

Sei li, ferma, che mi

osservi mentre

viaggi fra il movimento

dei miei desideri.

Le era trascorrono

e tu sei li che guardi

il mondo interpellandoti

sul suo futuro.

La tua danza

segue il vento,

sei lenta e anche

veloce, come

un pensiero che

sempre cammina.

Sei l’idea dell’empireo

che ha voluto la

tua forma di batuffolo

per accarezzarsi il volto.

 

The funniest baby belly laugh EVER!!!

Ξ febbraio 23rd, 2010 | → 0 Comments | ∇ Le mie poesie |

 

Pagina successiva »
  • Archivi