Aborto…

Ξ maggio 22nd, 2018 | → 0 Comments | ∇ Pensieri |

Oggi volevo parlare dell’aborto, che troverò per sempre un abominio, una cosa orribile e priva di senso pensare che c’è chi ha il coraggio di chiamarlo: gesto civile.

Ammazzare un bambino sarebbe civile?

Invece di educare una persona a trattenersi, voi risolvete il problema uccidendo e poi siete contrarie a:

1.Guerra: chi è in guerra che subisce più violenze, per me il simbolo della guerra è stato sempre un bambino che piange.

2.Violenze su donne: siete contrarie alla violenza su donne ma va bene quella sui bambini?

3:Omicidio: e poi uccidete chi non si sa difendere siete coraggiose.

Potete dire: ma l’aborto è fatto su feti ancora non formati, infondo non sono ancora niente.

Lui non è niente e voi si?

Come fate a dire che non è niente, sei li con lui? Sai, tutto vero?

Potete dire che è figlio della violenza ma tu sei stata uccisa da uno stupro e poi uccidi il frutto di quella violenza, che non c’entra?

Prima di pensare a una cosa così orribile, ricorda che c’è sempre una scelta, se cerchi bene troverai sempre chi ti aiuta, sai,? Gli uomini non sono tutti cattivi.

Ma voi femministe di oggi, avete mai intervistato una mamma, dopo l’omicidio? Come sta?

Ma nei cortei pro legge aborto del 75 quante donne vittime di stupro, c’erano?

Tu saresti d’accordo se tua mamma ti uccideva, nella pancia?

Ma se lo stato condanna l’omicidio, perché non lo fa anche con l’aborto?

Naturalmente non parlo per chi viene costretta, con la forza, a farlo.

La mamma è stato sempre un cuscino su cui poggiarsi, un aiuto certo quando ne avevi bisogno, difendiamo le mamme e soprattutto i bambini che sono la nostra seconda possibilità per essere migliori, sforzatevi a essere meno schiavi del sesso e più innamorati dei sentimenti amorosi perché un giorno vi resteranno soltanto quelli.

Non ne faccio un problema religioso qui della religione “nun me ne po fregà de meno”, qui si parla di vita.

Per sempre pro bambini a 360°, sono la parte migliore di noi, hai mai pensato se stai uccidendo il futuro Nikola Tesla, Gino Strada, la Montessori, Umberto Eco, Grazia Deledda o Margherita Hah?

 

Ξ maggio 21st, 2018 | → 0 Comments | ∇ Le mie poesie |

http://www.greenpeace.org/italy/it/News1/blog/api-una-ricchezza-inestimabile/blog/61509/

 

La casa della libertà…

Ξ maggio 20th, 2018 | → 0 Comments | ∇ Le mie poesie |

cielo11

Ti guardo, come si guarda

una parola ma quella

che deve ancora nascere.

Sei immobile come

una statua di carezze,

sei assente ma prorompe

il tuo respiro.

soltanto un battito d’ali

ti sa veramente ascoltare.

Sei come gli occhi

di un amore lontano.

Sei un vezzo quando

incontro un dubbio.

Sei una spinta

che desta dall’incertezza.

Sei la mano che mi desta dal niente.

Sei ciò che sarò

quando lo sguardo

abbraccerà il buio.

Diventi scuro quando

hai voglia di piangere.

Mostri il tuo

sorriso nella gioia.

Ho bisogno di te.

 

 

Il bacio…

Ξ maggio 6th, 2018 | → 0 Comments | ∇ Le mie poesie |

il bacio1

 

Lo ricordo ancore, il trasporto

dell’altra parte di me,

quella senza difesa,

dove ragioni

soltanto con il cuore e

l’intelligenza è

coperta dalla passione.

Ricordo quella carne fragile,

tinta di un timido rosso,

abbracciarsi alla mia bocca,

addormentando ogni parola

che si affacciava e

con un tenero abbraccio

raccontavamo al vento

il nostro amore,

ma ora sei soltanto un ricordo,

sorrido e mi chiedo se tornerai,

per poter assaggiare ancora

quel dolce che mai sazia.

 

Occhi di gesso…

Ξ maggio 6th, 2018 | → 0 Comments | ∇ Le mie poesie |

 occhio2

Occhi di gesso…

Quando esco vedo gente

a testa bassa,

colpevoli di silenzio.

Quel silenzio dai passi macchiati

di impronte omertose o,

di presente ignaro del male.

Ma c’è anche il

diventare occhi di gesso,

davanti a uno schermo senza vita,

pronto a fare incetta di pensieri,

che senza reagire

perdono colore.

Ma dietro il silenzio

si celano urla.

Li aspetto convinto,

che il mondo infondo

abbia un’altra faccia.

 

Ho bisogno…

Ξ maggio 6th, 2018 | → 0 Comments | ∇ Le mie poesie |

ombra1

Mi ostino a inseguire ombre,

la faccia di un Sole coperto,

si siede sulla mia vita e

lascia che l’accontentarsi l’abbracci,

come un serpente

che cerca la sua brama.

Ma io ho bisogno che

l’alba mi entri nell’anima.

Ho bisogno di urla silenziose.

Ho bisogno di me.

 

 

Apatia…

Ξ aprile 28th, 2018 | → 0 Comments | ∇ Le mie poesie |

ti cerco1

Apatia come il passato,

nel sentirti incerta.

Ma è quando sono

solo tra me e

ripenso a come sei,

arrivi gattonando ma

con l’impeto di un uragano,

passi senza indifferenza

su un foglio.

Scolpisti parole con significati

spesso celati dietro l’inchiostro.

Resta con me,

la vita trascorre e

mi sento vuoto senza te,

vedo soltanto sangue

nei miei pensieri e

incertezza nelle mie parole

 

 

 

 

Pagina successiva »
  • Archivi